martedì 8 agosto 2017

Termina il Marconi Teatro Festival organizzatori soddisfatti e si pensa già alla II edizione

Termina il Marconi Teatro Festival
Organizzatori soddisfatti e si pensa già alla seconda edizione

“La manifestazione più ricca di proposte culturali (oltre 60 spettacoli in 34 giorni) è giunta al termine.
Circa 7000 presenze e grande soddisfazione per gli organizzatori”

È terminato domenica 6 agosto il Marconi Teatro Festival, il grande evento culturale che ha preso inizio il 4 luglio e che ha visto alternarsi, negli spazi del teatro diretto da Felice Della Corte, oltre 60 spettacoli.
Cinque le settimane di programmazione, due i palchi allestiti, uno interno al teatro e uno esterno, e oltre 180 artisti che hanno animato la prima parte dell’estate romana.
Un’operazione più che riuscita, che ha registrato circa 7000 presenze e il gradimento da parte del pubblico e degli addetti ai lavori.
Il Maestro Peppe Vessicchio, Pino Insegno, Paolo Triestino, Stefano Fresi, Toni Fornari, Claudio Boccaccini, Marco Morandi, Antonio Grosso, Cinzia Tani, Marco Cavallaro, Giuseppe Manfridi sono solo alcuni dei protagonisti di una delle manifestazioni più grandi della Capitale.
Ad organizzarla il direttore del Teatro Marconi, Felice Della Corte, che ha voluto al suo fianco Riccardo Bàrbera e, per la parte organizzativa, Ilaria Ceci e Davide Sacco.

“È stata una bellissima avventura” spiegano Della Corte e Bàrbera, “una grande kermesse riuscita grazie all’ottima proposta culturale, alla collaborazione delle compagnie, all’affiatamento della squadra del Marconi”.
Va sottolineato che il Marconi Teatro Festival è stato realizzato senza alcun sostegno finanziario.
“Non nascondo che è servito tanto coraggio” – spiega Felice Della Corte – “ dato che la manifestazione, tra le più complete quest’anno a livello di proposta culturale, non ha ottenuto alcun tipo di agevolazione economica. Con sacrificio, sforzo e determinazione, è andata bene”.

Per il direttore del teatro Marconi, però, non è tempo di riposo.
Il prossimo ottobre ripartirà la terza stagione teatrale e Felice della Corte, da tempo al lavoro per allestire il nuovo cartellone, è impegnato nella definizione degli ultimi dettagli. Nel frattempo, insieme ai compagni di avventura, già parla della seconda edizione del Marconi Teatro Festival.

Teatro Marconi
viale Guglielmo Marconi 698 e
Contatti www.teatromarconi.it info@teatromarconi.it - Tel 06.49.53.554 

venerdì 4 agosto 2017

10-11 agosto_inEURoff_OndadurtoTeatro_Cafe Europa_Performing Arts Festival

inEURoff - Performing Arts Festival / 8 ed.

<< COLOURS OF OUR TIME >>

Torna il Festival di Teatro Urbano e Nuovo Circo a Roma, a cura di Ondadurto Teatro

10 e 11 Agosto 2017, in scena a Largo Agnelli - EUR /ROMA,
Scalinata Monumentale MUSEO DELLA CIVILTÀ ROMANA / PLANETARIO

31 agosto 2017, in scena ai Fori Imperiali

L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana, promossa da Roma Capitale,
Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE

Il 10 e l'11 Agosto, i colori del nostro tempo brilleranno all'EUR, per la prima parte dell'evento inEURoff - Performing Arts Festival, la manifestazione promossa ed organizzata dalla compagnia Ondadurto Teatro, giunta ormai alla sua ottava edizione. Saranno il Physical Theatre e il Nouveau Cirque ad incuriosire il pubblico con il festival di teatro urbano e nuovo circo che la nota compagnia porterà in scena anche il 31 agosto, giorno in cui ai Fori Imperiali, si svolgerà la seconda parte della manifestazione. Gli artisti, acrobati e circensi di Ondaturto Teatro sono un vanto tutto italiano, e in Paesi come Cile e Messico hanno letteralmente spopolato, mettendo a segno una tourneè dopo l'altra, oltre a una serie di collaborazioni che hanno dato vita a coproduzioni internazionali, all'insegna di spettacoli dal forte impatto visivo.

Il 10 e l'11 Agosto a Largo Agnelli, sull'imponente Scalinata Monumentale del Museo della Civiltà Romana, la compagnia presenterà in anteprima,l'ultimo spettacolo realizzato in coproduzione con Spagna e Germania, dal titolo CAFE EURØPA. Liberamente ispirato al film Dogville, capolavoro di Lars von Trier, e dalla commedia grottesca di Friedrich Dürrenmatt dal titolo La Visita della Vecchia Signora, lo spettacolo CAFE EURØPA è l'allegoria di una società moderna spesso tragicomica, un gioco attento di echi tra realtà e poesia, tra sogno e crudeltà, che con straniante gusto per il paradosso e la provocazione indaga sulla corruttibilità dell'uomo, sulla manipolazione del consenso e il rapporto fra morale e violenza. CAFE EURØPA sbeffeggia così i vizi e le ipocrisie dell'uomo, con uno sguardo irriverente, che offre al pubblico un'interessante prospettiva sui giorni nostri. Il lavoro su macchinari e oggetti segue e sviluppa la ricerca condotta dalla compagnia in tutti i suoi spettacoli. Lo scenario si muove attorno ad una struttura centrale che vienetrasformata dall'azione viva dei performer, che sono attori e manipolatori allo stesso tempo. E poi strutture mobili, macchine che esaltano lo spettacolo:una macchina del potere, un laboratorio alchemico di un meccanico folle e tanto altro, tra meccanismi ed ingranaggi che cambiano e modificano lo spazio come un cuore pulsante. Le strutture “danzano” e si muovono nello spazio scenico dando vita ad un carosello, ad un gioco meccanico che è una delle caratteristiche distintive delle produzioni di Ondadurto Teatro.

Il 31 Agosto invece, l'inEURoff - Performing Art Festival si sposta ai Fori Imperiali, per ospitare artisti di strada legati a differenti linguaggi artistici, come recita il sottotitolo della manifestazione Colours Of Our Time. Un percorso che si articolerà attraverso diversi elementi narrativi e tecniche: dal teatro urbano al nuovo circo, dalla danza al teatro di narrazione, offrendo agli avventori uno spettacolo mai visto immerso nella più totale suggestione di Roma Antica. Si comincerà alle 16 con le Installazioni Interattive di Ondadurto, passando alle 17.00 per lo spettacolo di nuovo circo dal titolo Hoopelaï di Andreanne Thiboutot (Canada). Alle 17.30 sarà la volta della performance di danza Nothing To Declare, a cura di Cie Twain (Ita); alle 18.00 la compagnia italiana Eccentrici Dadarò, metterà in scena Vote For, mentre alle 18.45 sarà la volta della prima assoluta dal titolo Violeta de Mayo, spettacolo a cura di Ceat (Cile). Chiude la danza dal titolo Pelat, a cura dello spagnolo Joan Català.

Anche a inEURoff non mancherà la zona ristoro curata da Ape Romeo Chef&Baker, che offrirà street food di altissima qualità studiato per l’occasione dalla chef stellata Cristina Bowerman. Panini gourmet, preparati con prodotti artigianali e materie prime stagionali d’eccellenza saranno l’offerta gastronomica che renderà ancora più piacevole il tempo trascorso in compagnia degli artisti del festival e delle loro particolarissime performances.

PROGRAMMA:

Il 10 e 11 Agosto - Eur / Largo Agnelli
h. 16.00 e h. 18.00 - Passeggiata Performativa, con Sara Mennella
Gli spettatori attivi sono indotti, con la partecipazione dell'attrice Sara Mennella, a camminare nei luoghi dove avverranno di li a breve le performance e di conseguenza, a conoscerne la storia. Durante la passeggiata, altre interessanti e imprevedibili "action" avverranno...

h. 22.30 - Cafe Eurøpa, di Ondadurto Teatro
Prima integrale regionale, cooproduzione internazionale tra Italia, Spagna e Germania.

Il 31 Agosto - Centro / Via dei Fori Imperiali
h. 16.00 e h. 20.00 - Passeggiata Performativa, con Sara Mennella
Gli spettatori attivi sono indotti, con la partecipazione dell'attrice Sara Mennella, a camminare nei luoghi dove avverranno di li a breve le performance e di conseguenza, a conoscerne la storia. Durante la passeggiata, altre interessanti e imprevedibili "action" avverranno...

Dalle h. 16.00 alle ore 19.00 - Installazioni Interattive, di Ondadurto Teatro
Installazione / Teatro Urbano / Site Specific

h. 17.00 - HOOPELAÏ, di Andreanne Thiboutot (CANADA)
Nuovo Circo – PRIMA REGIONALE. Una coproduzione internazionale tra Canada e Belgio

h. 17.30 - NOTHING TO DECLARE, di Cie Twain (ITA)
Physical performance – Danza – PRIMA REGIONALE

h. 18.00 - VOTE FOR, di Eccentrici Dadarò (ITA), Teatro

h. 18.45 - VIOLETA de MAYO, di CEAT (CILE)
Performance – Teatro – PRIMA ASSOLUTAUna coproduzione internazionale tra Cile e Italia

h. 19.15 - PELAT, di Joan Català (ESP)
Danza – PRIMA REGIONALE
____________________


BIOGRAFIA ONDADURTO TEATRO
ONDADURTO TEATRO è una compagnia di teatro nata nel 2005, con sede a Roma. E’ guidata da Marco Paciotti e da Lorenzo Pasquali ed è cresciuta grazie ad un lavoro congiunto con chi negli anni ha partecipato ai progetti della compagnia. La ricerca e il lavoro di ONDADURTO TEATRO sono da sempre incentrati sul Physical Theatre, il Nouveau Cirque ed il Gesto. Le diverse tecniche e modalità espressive danno vita a un linguaggio visivo di forte impatto, in grado di dialogare con persone di ogni età, etnia e cultura e di raggiungere un pubblico internazionale. I suoi spettacoli prevedono l’uso combinato di macchinari, grandi oggetti in movimento, fuochi d’artificio, giochi d’acqua, musica (anche dal vivo) e proiezioni video. ONDADURTO TEATRO ha portato i suoi spettacoli in tour in Italia e in altri Paesi Europei, quali IT / DE / ESP / FR / DK / L / PL / A / HU / CY / RO / XB oltre che a livello intercontinentale in CILE / MESSICO / SUD COREA. Ha avviato progetti di cooperazione e scambio in THAILANDIA / INDIA / CUBA. Organizza due festival annuali, inEURoff e inBORGO, il primo a Roma, il secondo a Borgo Velino, e dal 2006, con progetti in ambito sociale, porta l’arte e il teatro nei campi nomadi Rom, come strumenti di interscambio tra culture. Ha creato dal 2015 un progetto stabile di Residenza Artistica per lo sviluppo del Teatro Urbano. ONDADURTO TEATRO è una compagnia sostenuta dal MiBACT / settore Estero.    


INFO E PRENOTAZIONI
Costo biglietto € 6
Mobile +39.345.7145464 - E-mail info@ineuroff.it - www.ineuroff.it

giovedì 3 agosto 2017

Le marocchinate:intervista a Ariele Vincenti

Quasi un anno fa vidi per la prima volta lo spettacolo "Le marocchinate" di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti, e interpretato dallo stesso Vincenti. Rimasi molto colpita dallo spettacolo, tanto che quando lo scorso 14 luglio andò in scena al Marconi Teatro Festival, decisi di tornare a vederlo, e lo trovai ancora più bello, perchè da qualche tempo a questa parte, lo spettacolo è stato arricchito dalla presenza del violino dal vivo di Marcello Corvino. A fine spettacolo pensai, perchè non intervistare Ariele Vincenti? E così fu.
  1. Ciao Ariele, sei il protagonista e il coautore dello spettacolo “Le marocchinate”.  Uno spettacolo che tratta di  un argomento misconosciuto ai più: le violenze perpetrate a carico delle donne ciociare, e non solo, da parte dei goumiers, ovvero, le truppe coloniali francesi, nel momento in cui nel 1944 i si trovarono a sfondare la famosa linea Gustav. Come è nata l’idea di approfondire , questo argomento specifico, che sappiamo bene, non essere riportato nei libri di scuola?
Nasce da un’idea di Simone Cristicchi, che mi propose di scrivere una cosa insieme e di farne poi un monologo. Mi diede  delle cose scritte da lui sulle Marocchinate ottenute da una sua personale ricerca per un altro spettacolo, “Mio nonno è morto in guerra”. La cosa mi fece molto piacere e l’idea di collaborare con un grande artista e grande persona, come Simone, fu una grande spinta per iniziare la ricerca. Cominciammo a raccogliere materiale video, intervistando reduci di guerra in Ciociaria e reperimmo molti libri sull’argomento. Da tutto questo materiale raccolto in più di un anno nacque il testo. Proposi  la regia a Nicola Pistoia,con il quale ho già fatto altri lavori, che si dimostrò entusiasta del progetto e con lui cominciammo a fare un ulteriore lavoro sul testo e 40 giorni di prove.


  1. Lo spettacolo ha avuto un ottimo riscontro sia di pubblico che di critica, quindi ha  girato sia, in vari spazi romani come Il Teatro Lo spazio, Il barnum seminteatro, il 14 di questo mese sei stato al Marconi Teatro Festival, sia in in piccoli centri. Ogni replica e a se stante si sa, ma tu hai provato delle sensazioni diverse, nel portarlo in scena  a Roma e nel portarlo in uno dei luoghi in cui sono accaduti questi tragici eventi?
Fare questo spettacolo, ogni volta è un’emozione grande, ma soprattutto una grande responsabilità. Sicuramente portarlo nei posti dove sono successi questi tragici eventi, ha un’emozione diversa.  Farlo a Castro de Volsci, sotto il monumento dedicato a tutte le donne che subirono violenza, con 300 persone in piedi ad applaudire è una di quelle cose che ti fa sentire un’artista appagato. Comunque la bellezza  di questo spettacolo è che si può fare nei teatri, piuttosto che nelle piazze dei paesi,  nei vicoli o  davanti ad una stalla di campagna, la sua forza emotiva e coinvolgente rimane intatta.



  1. L’urgenza di raccontare e la funzione specifica del teatro , in special modo quello civile, hanno una stretta correlazione. Reputi il teatro un buon mezzo per la divulgazione di storie poco conosciute?
Sicuramente si, l’importante è fare un lavoro di trasposizione serio, non accontentarsi di raccontare una storia in modo didascalico, ma andare oltre,approfondendolo con i canoni teatrali il racconto, mettendoci del “nostro”,solo così diventa un mezzo per emozionare, interessare e far  condividere una storia.  Oltre al teatro civile, anche altri generi di teatro per raccontare una qualsiasi storia dovrebbero, rispettare certe regole, per rispetto del proprio mestiere e degli spettatori. Purtroppo molto spesso non è così.


  1. Sono previste altre date per “Le marocchinate”?
Si. Il 22 Luglio, saremo a Caprarola, in un Festival, il 6 Agosto a San Vincenzo Superiore (Aq) davanti un eremo in montagna, molto bello, il 25 al Teatro Romano di Minturno,il 2 Settembre a Castelforte (Lt) e sempre a Settembre a Prato. Sicuramente lo riproporremo a Roma e altre piazze per la prossima stagione.



  1. Cosa vorresti che di questo spettacolo rimanesse al pubblico?
Il piacere di ascoltare una storia. La voglia di approfondirla e farne tesoro per la propria vita.E continuare a  stimolare l’interesse del pubblico, soprattutto dei giovani, verso questa forma d’arte, che spesso viene considerata noiosa e borghese.

martedì 25 luglio 2017

Segreti D'Autore: dal 30 luglio torna in Cilento il Festival ideato da Ruggero Cappuccio. Primo appuntamento con Alessandro Preziosi

FESTIVAL SEGRETI d’AUTORE

ideato da Ruggero Cappuccio
direzione artistica Nadia Baldi

Festival dell’Ambiente delle Scienze e delle Arti

Intervento co-finanziato dal POC Campania 2014-2020

NATURA DELLA LEGALITA’. LEGALITA’ DELLA NATURA
Settima edizione

Cilento – Provincia di Salerno, dal 30 luglio al 14 agosto 2017

COMUNICATO STAMPA

Un Festival tra gli affascinanti borghi storici del Cilento che apre un’indagine sull’ambiente, sulla legalità, sulle scienze e sulle arti. Una manifestazione aperta gratuitamente al pubblico che coinvolge le bellezze paesaggistiche dei comuni: Sessa Cilento, Serramezzana, Omignano, Stella Cilento e Perito. Anche quest’anno Segreti d’Autore - dal 30 luglio al 14 agosto - si propone come osservatorio civile dei rapporti tra il patrimonio culturale italiano e studiosi, scrittori, associazioni, musicisti, attori  impegnati per la sensibilizzazione del connubio uomo – territorio. IlFestival della Legalità, dell’Ambiente, delle Scienze e delle Arti, inaugurerà la settima edizione nel mese di luglio. Tra gli appuntamenti più significativi si segnalano il 30 luglio, a Serramezzana, Vita d’attore, la regista Nadia Baldi dialoga con Alessandro Preziosi sulla sua esperienza di attore teatrale, cinematografico e televisivo; il 2 agosto, a Valle/Sessa Cilento La magia dell’interpretazione, incontro con Silvio Orlando, all’attore partenopeo sarà conferito il Premio Segreti d’Autore 2017, scultura realizzata da Mimmo Paladino; l’ 11, a Serramezzana, Paolo Borsellino il giudice e l’uomo, sarà il tema affrontato dal Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti e dallo scrittore e regista Ruggero Cappuccio. 
Nella sezione musica, il 5 agosto, a San Mango/Sessa Cilento, nella splendida cornice delle mura quattrocentesche di S. Maria degli Eremiti, E Cammina Cammina concerto spettacolo di Peppe Barra; il 6, a Serramezzana, gli Evì Evàn con O’ Meraklis; il 9, a Stella Cilento, i dirompenti Capone & BungtBangt; il 13, a Valle/Sessa Cilento, Peppe Servillo e gli Avion Travel in Retour.
Cinque gli spettacoli teatrali nazionali ospitati da Segreti d’Autore. Nel settecentesco Palazzo Coppola di Valle/Sessa Cilento, il 3 agostoRusina, un monologo tragicomico di e con Rossella Pugliese; l’8, Amati enigmi, di e con Licia Maglietta; il 10, sempre a Valle/Sessa Cilento, e l’11, a Serramezzana,  Il baciamano di Manlio Santanelli, con Susy Del Giudice e Giulio Cancelli, regia di Giovanni Esposito. La sezione teatro si conclude con due spettacoli esito dei laboratori teatrali organizzati dal Festival, il 12, a Valle/Sessa Cilento, Dia-Logos regia diClaudio Di Palma e il 14, a Perito, Appuntamenti al buio regia di Nadia Baldi.
Segreti d’Autore, in collaborazione con il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, si arricchisce degli incontri letterari con gli scrittori Diego De Silva, Silvio Perrella, Fausto Nicolini e Renato Salvetti e di due appuntamenti cinematografici: Metti una sera con Patroni Griffi, film documentario regia di Antonio Castaldo e Il sorriso dell’ultima notte, regia di Ruggero Cappuccio.
Addiopizzo, Legambiente, associazioni di studiosi ed esperti di natura, difesa del territorio, legalità e geologia, completano il quadro del Festival che si articola nei comuni del Cilento storico
Durante l’intero arco della manifestazione saranno proposti percorsi naturalistici, passeggiate guidate nella natura:L’arte e i mestieri, a cura del professor Antonio MalatestaLe piante spontanee della dieta Mediterranea, a cura della professoressa Dionisia De Santis. Tra le iniziative collaterali: i laboratori per attori condotti da Nadia Baldi eClaudio Di Palma; il workshop per attori musicisti a cura di Maurizio Capone; la mostra, all’interno di Palazzo Materazzi, a Serramezzana, Legni d’autore, a cura di Giorgio Mitrotta.
Si ricorda che sarà possibile recarsi alla Pinacoteca di Sessa Cilento, la visita è a cura di Lidia Passaro.

L’ingresso agli spettacoli, ai percorsi naturalistici e ai seminari è gratuito.

Informazioni:

Lily Collins al Gay Village

LILY COLLINS e le Vacanze Romane color arcobaleno
Da Ischia a Positano, passando per il Gay Village di Roma

Circa 3 milioni e mezzo di followers su Facebook. Una fanbase di oltre 7 milioni e mezzo di fan che a venerano suInstagramLily Collins accarezza il podio dei personaggi più seguiti in rete e dove sia in questo momento, lo si saprà dal suo profilo instagram, costantemente saccheggiato dagli appassionati di gossip e serie tv.
Da qualche giorno Lily Collins è in vacanza in Italia partendo dalla bella Ischia, dove in occasione dell’Ischia Global Fest,l’attrice britannica ha presentato il film di Marti Noxon dal titolo “Fino all’osso-To The Bone”, che la vede protagonista. 
Dopo la presentazione l'attrice punta dritta verso Positano, luogo fecondo di star internazionali e dove è stato avvistato anche il suo collega Richard Gere... Ma poche ore prima della bellissima Positano, la Collins era ancora a Roma, dove ha trascorso le sue notti in giro per la capitale scoprendo così il Gay Village, che ha tinto d'arcobaleno le sue Vacanze Romane. E' arrivata in sordina senza avvisare gli organizzatori, senza far notare che era lì. Come una qualsiasi starlette nostrana... o forse no! Sarebbe lungo l'elenco di volti più o meno noti che richiedono attenzioni, mentre la giovane Collins non chiede nulla, se non due funghi giganti tra cui scattarsi un selfie che già storia, con i suoi 321mila like al seguito.


-- 

lunedì 17 luglio 2017

Al via la terza settimana di programmazione del Marconi Teatro Festival

Terza Settimana di programmazione per
Il Marconi Teatro Festival



Parte stasera la terza settimana di spettacoli al Teatro Marconi. Il Marconi Teatro Festival, una delle più grandi kermesse dell'etate 2017 a Roma, presenta altri dodici eventi, tra spettacoli, reading, presentazioni di libri, musica e danza.

Il Teatro Marconi si prepara alla sua terza settimana anche questa ricca di spettacoli di prosa, eventi letterari e musica. “Ero fiducioso, ma non mi aspettavo consensi così ampi” afferma Felice Della Corte direttore artistico del Teatro che insieme a Riccardo Barbèra, affiancati da Ilaria Ceci e Davide Sacco, ha dato vita al Marconi Teatro Festival. Dopo quindici giorni di programmazione gli organizzatori si reputano molto soddisfatti. Soddisfatto è anche il pubblico che sembra apprezzare l'offerta culturale proposta: sessanta spettacoli in poco più di un mese di programmazione. “Non ci culliamo dei risultati di questi primi giorni, assolutamente” dichiarano Felice Della Corte e Riccardo Barbèra “anzi siamo impegnati a dare sempre il massimo ogni giorno, ogni sera, affinché il Marconi Teatro Festival si affermi come una grande manifestazione in tutta la Capitale”.

Il  17 luglio, continua il derby iniziato lo scorso fine settimana. Spazio allo sport con ROMA – LIVERPOOL 1-1 il successo di Giuseppe Manfridi eMister Meno 9 di Giorgio Serafini Prosperi e Giovanni Pepe con Alessio Di Clemente e la regia di  Giorgio Serafini Prosperi.
Il 18 luglio, ore 19.30 le luci si accendono su una nuova presentazione di un libro: La voce delle donne, considerazioni al femminile riguardo alla violenza di genere, idea e fotografie di Sergio Battista, con la gentile partecipazione di Arianna Ninchi e Silvia Siravo. La stessa sera alle 21.00 ...Chi manca sei tu l'omaggio a Rino Gaetano scritto e diretto da Toni Fornari con Claudia Campagnola e Marco Morandi. Mentre alle 21.45  Tacchi misti di Gloria Calderòn Kellett regia di Ferdinando Ceriani con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo. Sedici paia di scarpe, quattro attrici, una divertentissima e irriverente galleria di donne che chiedono solo di essere ascoltate. Un'ampia carrellata di esperienze, ironiche, graffianti, audaci, raccontate, cantate e ballate in una sequenza rapidissima di ritratti.
Nei giorni successivi: 19 luglio, ore 21.00 Women In Rock quattro storie tra musica e parole di e con Ketty Roselli. La vita e la musica di quattro grandi interpreti: Tina Turner, Janis Joplin, Etta James, Amy Winehouse, attraverso canzoni, racconti, aneddoti e video.
Alle 21.45  The senza limone di Ludovica Marineo con Luca Basile e Paolo Militerno con la regia di Siddharta Prestinari musiche originali di Paolo Gatti. La sera seguente alle ore 21.00 L'ipocrita dai racconti di Vincenzo Cerami libero adattamento teatrale di Antonio Grosso che lo vede in scena diretto da Giancarlo Fares con le musiche Nicola Piovani. L'attore si lascia travolgere dalla scrittura del più grande sceneggiatore del ‘900, Vincenzo Cerami.

Venerdì 21 luglio di nuovo la musica è la protagonista assoluta della serata con Armonia di una metamorfosi, drammaturgia, regia e scenografia Anna Maria Achilli, musiche di Bach, Corelli e Haendel con Anna Maria Achilli – voce recitante, Sonia Maurer al mandolino barocco e mandoloncello, Achille Taddeo alla  viola. Alle ore 21.45 Il violino relativo di e con Riccardo Bàrbera, regia di Paolo Pasquini musiche eseguite dal vivo da Andrea Calvani al  pianoforte e Giulio Menichelli al violino  e con la partecipazione straordinaria in video di Massimo Popolizio. L'affascinante storia di un ipotetico incontro tra il giovane Albert Einstein e un anziano liutaio nei boschi delle Alpi che lo sfida a “razionalizzare” e a scoprire il mistero dei violini di Stradivari per analizzare il rapporto tra scienza e natura.
Il 22 luglio, ore 21.00 Letizia va alla guerra. La sposa e la puttana di Agnese Fallongo con Agnese Fallongo e Tiziano Caputo, ideazione e Regia Adriano Evangelisti. Due guerre mondiali, due grandi donne: uno stesso nome, un unico destino. Due donne del popolo, travolte entrambe dalla guerra nel loro quotidiano, si ritroveranno a sconvolgere le proprie vite e a compiere, in nome dell’amore, piccoli grandi atti di coraggio. Un ritmo incalzante in cui spesso una lacrima lascia il posto al sorriso. Alle 21.45 torna il successo di Gianni Clementi Eppur mi son scordato di me  con Paolo Triestino.La storia di Antonio incontra la storia e la musica di Lucio Battisti. A quasi sessant'anni ci propone la colonna sonora della sua vita, appassionata, stupita ed amabilmente contraddittoria. Come ha fatto a scordarsi di sé? E se ci “ritorniamo in mente”, cosa vorremmo essere ancora e cosa non vorremmo più, di quello che siamo diventati?

Marconi Teatro Festival
dal 4 luglio al 6 agosto 2017
Teatro Marconi
viale Guglielmo Marconi 698 e
Contatti www.teatromarconi.it - info@teatromarconi.it - Tel 06.49.53.554
Biglietti  Intero 16 €; Ridotto 13 €

sabato 15 luglio 2017

I SOLISTI DEL TEATRO XXIV ed. dal 19 luglio al 8 settembre - Giardini della Filarmonica - via Flaminia 118 Roma

I Solisti del Teatro 2017 – XXIV Edizione
19 luglio – 8 settembre 2017
Giardini della Filarmonica Romana - Via Flaminia 118

Al via la XXIV edizione dello storico festival “I Solisti del Teatro”
Ritorna anche quest’anno, dal 19 luglio all’8 settembre, l’appuntamento “I Solisti del Teatro”. Lo storico festival romano, giunto alla XXIV edizione, si terrà ancora una volta nella splendida cornice dei Giardini della Filarmonica. L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

"Cosa farne del teatro? La mia risposta, se debbo tradurla in parole, è: un’isola galleggiante, un’isola di libertà. Derisoria, perché è un granello di sabbia nel vortice della storia e non cambia il mondo. Sacra, perché cambia noi."Così Eugenio Barba definisce l’importanza del teatro e del suo ruolo nella vita di una società. Carmen Pignataro dichiara: “Ci sentiamo di condividere oggi più che mai questa mission e l’abbiamo fatta nostra, ostinandoci a mantenere vivo un festival che ha subìto tagli continui nel tempo. Abbiamo detto no, non desistiamo, ancora no! Avrebbe dovuto farci desistere la totale assenza di contributi per questa edizione, per la prima volta dopo 23 anni, ma grazie a sponsor privati e aziende sensibili alle operazioni culturali, il festival de I solisti del teatro può festeggiare il suo ventiquattresimo compleanno, con la convinzione che le nostre proposte forse non cambieranno il mondo, ma cambieranno singolarmente spettatori e fruitori”.

Un cartellone nuovo ed eterogeneo di oltre 30 spettacoli, ricco di operazioni artistiche innovative, anteprime nazionali, grandi interpreti, giovani promesse, sperimentazioni e contaminazioni tra generi, musica e teatro, arte e teatro, danza e teatro, comicità e teatro civile, classici e drammaturgia contemporanea. Grande apertura il 19 luglio in collaborazione con Artisti 7607 in una originale serata/evento “Silent please, the Show is on” che vedrà la partecipazione di tanti artisti tra i quali Claudio SantamariaPaola MinaccioniElio GermanoEmanuela GrimaldaUrbano BarberiniCinzia MascoliCarmen GiardinaAlberto MolinariPaco Reconti, e Pino Strabioli con un omaggio alla carriera a Franca Valeri e tanti altri ospiti. La serata proseguirà con “Silent Disco” che vedrà la presenza al mixer di Gianluca SportelliArpad Vincenti e  Manuel Daddario, che faranno ballare in contemporanea il pubblico, nel totale rispetto del luogo,  con musica swing, elettro e pop. Il festival accoglierà nelle serate successive diverse opere in anteprima nazionale: il 20 luglio “Esperanto” uno spettacolo di Michele Cosentini prodotto da Alt Academy, sul tema del disagio giovanile, realizzato con la tecnica della recitazione su partitura musicale; il 24 luglio “La Camilleriana”un pastiche teatrale delle migliori opere di Andrea Camilleri, per la regia di Giuseppe Di PasqualeIl 25 luglio “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello, regia Luca Ferrini, produzione Alt Academy, spettacolo in omaggio ai 150 anni dalla nascita del premio nobel alla letteratura. Il 10 agosto “Accabadorapresentato dallCompagnia Veronica Cruciani – Teatro Donizetti – Cranpi spettacoli, tratto dal romanzo di Michela Murgia. Il 28 agosto “Lo stupro di Lucrezia” da William Shakespeare, interpretato da Galatea Ranzi, questa volta diretta da Marcello Cava. Il 30 agosto “Carne Nuova” di e con Anna Ammirati, un racconto poetico che nasce dalla penna di sole donne, tre grandi poetesse contemporanee: Nina Cassian, Patrizia Valduga e Wislawa Szymborska. Il 3 settembre "Avrei preferenza di no. Lo scrivano Bartleby" di Melville, un percorso recitativo in cui Roberto Herlitzka, accompagnato dai suoni della tastiera elettronica dal vivo, evocherà l’atmosfera perturbante che si  respira nelle pagine del racconto. Il 7 settembre “Dio è una signora di mezza età”di e con Emanuela Grimalda, una conferenza semiseria ma molto divertente in cui l’attrice, anche autrice dello spettacolo, si inventa un Dio donna con un sacchetto del pane in testa, per parlare di noi.
Nella sezione comicità il 21 luglio “Laganeide” con Rodolfo Laganà; il 31 luglio "Tutte mie", spettacolo concerto di Giovanni Amodeo in collaborazione con Dragqueenmania; il 4 agosto “Roma fà la stupida stasera”, un festival sulla comicità romana in un’unica serata,in cui gli artisti si sfideranno a colpi di risate.  Il 7 agosto “Underwood” di e con Cecilia D’Amico, un vero e proprio ‘one-woman show’ brillante; il 24 agosto"La Conventicola degli Ultramoderni" presenta “Varietà Ultramoderno”, un carosello di suggestioni e sofisticatezze musicali: il Varietà classico diventa ultramoderno! Il 25 agosto Il Duo RaRo gli "SfigArtisti" presenta “Fa Curriculum (Stiamo lavorando per noi)”, il 31 agosto Dragqueenmania presenta  “Gran varietà, prove generali in salsa drag”, scritto e diretto da la Karl du Pignè e interpretato da un nugolo di divertenti drag queens; il 6 settembre Tiziana Foschi Antonio Pisu in “Lettere di Oppio”.
Grandi interpreti calcheranno il palcoscenico di questa edizione: il 27 luglio Blas Roca Rey sarà “Vincent Van Gogh”. Il 1 agosto Verso Argo Produzioni presenta“Medea” di Antonio Tarantino, per la regia di Emanuele Giliberti: in scena due attrici, Cristina Borgogni Annalisa Insardà, rinchiuse in una sorta di carcere claustrofobico. Il 2 agosto “Pino Strabioli racconta Sergio Tofano”; il 3 agosto Urbano Barberini interpreta “Le rovine di Adriano”, con l’accompagnamento musicale di Danilo Rea, sul tema dei rifiuti in una storia di potere e malaffare. L’ 8 agosto Barbara De Rossi e Francesco Branchetti in “Coro di donna e uomo”, un recital a due voci di Gianni Guardigli per la regia diFrancesco Branchetti. Il 9 agosto Elena Croce in “A cuore aperto” per la di regia di Alessio Pizzech, uno spettacolo che fonde insieme danza, teatro, musica, poesia e drammaturgia.Il 2 settembre Artisti 7607 presenta Greg e The Frigidaires, spettacolo concerto con la straordinaria comicità di Greg. Il 4 settembre Evelina Meghnagi in “Di esuli e viandanti” il racconto piccolo e autobiografico di una ‘fuga’ finita bene.Il 5 settembre Marianella Bargilli e Valeria Contadino in “La vera storia di Grimilde e Biancaneve” per la regia di Giuseppe Di Pasquale.
Per la sezione teatro danza: il 29 agosto Anna Magnani rivive tramite le parole, la musica e la danza, in un connubio fortunato che permette allo spettatore di cogliere ogni particolare della figura di questa grande donna e attrice:“Bellissima, omaggio ad Anna Magnani”; 1 settembre “Attacchi di pane”che porta in scena ironicamente un tema antico, ma assai attuale: l'uomo in società.Entrambi gli spettacoli sono diretti dalla GDO Dance Company.
Per la sezione di teatro civile: il 26 luglio l'associazione culturale Centrarte Mediterranea e Teatro 91 presentano Le Toghe in Giallo - “Il bandito Giuliano; Portella della Ginestra, una strage di Stato” a cura di Luigi Di Majo. Il 23 agosto in scena il testo di Dacia Maraini “Per Giulia” sulla drammatica vicenda della morte di una giovane studentessa dell’Aquila, con Sara Pallini e Nicola Scagliozzi.
Per la sezione teatro e musica: il 22 agosto La Compagnia dei Masnadieri presenta “DallaEltonZero” un viaggio nel mondo della canzone Italiana e Britannica attraverso l’interpretazione di Jacopo Bezzi di tre figure iconiche del panorama musicale italiano ed internazionale.
In collaborazione con Laboratori Permanenti, Residenza Artistica Toscana direzione artistica di Caterina Casini dal 20 al 31 luglio, in fascia pomeridiana, laboratorio sul tema “La vecchiaia” per elaborare e costruire scenicamente il racconto della vecchiaia oggi, in maniera ironica e autoironica, senza perdere la tenerezza e l’amore.
La chiusura del festival, il giorno 8 settembre, è affidata ad una produzione Alt Academy “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello, per la regia di Luca Ferrini.
Serata/evento gratuita il 22 luglio presso lo spazio ristoro grazie alla collaborazione de’: "I ragazzi della Scuola Romana dei Fumetti disegnano per il pubblico", una selezione dei migliori allievi disegnerà i generi e i personaggi del fumetto italiano.
Sarà presente come tutti gli anni uno spazio ristoro vintage Risto Bar Bongarden dove il pubblico potrà degustare vini, cocktail e buon cibo.






I Solisti del Teatro 2017 – XXIV Edizione
19 luglio –  8 settembre 2017
Giardini della Filarmonica Romana - Via Flaminia 118


 19 luglio - ARTISTI 7607 e Teatro91 presenta
Silent please, the Show is on
Con:Claudio Santamaria, Paola MinaccioniElio Germano, Emanuela Grimalda, Urbano Barberini, Cinzia Mascoli, Carmen Giardina, Alberto Molinari, Paco Reconti e Pino Strabioli con un omaggio alla carriera a Franca Valeri.
La prima parte della serata vedrà avvicendarsi gli artisti citati, la seconda parte proseguirà con un originale “Silent Disco” che vedrà la presenza al mixer di : Gianluca Sportelli, Arpad Vincenti e Manuel Daddario che faranno ballare in contemporanea il pubblico, nel totale rispetto del luogo con musica swing, elettro e pop.

20 luglio - ALT ACADEMY presenta
Esperanto
uno spettacolo di Michele Cosentini
coreografie: Rosario Marotta
con: Sveva Tedeschi, Luca Ferrini, Elisabetta Girodo Angelin, Guglielmo Lello, Alberto Melone, Rosario Marotta
e con: Ivan Berardo, Federico Carparelli, Matteo Peleszyk, Alice Telle, Nemesi Turco
Interamente costruito sulla tecnica della recitazione su partitura musicale, lo spettacolo tratta il tema del disagio giovanile, con riferimento alle paure dei ragazzi ma anche a quelle dei loro genitori e dei loro insegnanti, al gap generazionale e ai differenti linguaggi.

21 luglio - OFFICINE DEL TEATRO ITALIANO presenta
“Laganeide”
con: Rodolfo Laganà
musiche di Roberto Giglio
In scena, seduto su una poltrona, Rodolfo Laganà, analizzando lo scorrere del tempo, ci regala momenti esilaranti con qualche spunto di riflessione.

22 luglio - La scuola romana dei fumetti presenta
"I ragazzi della Scuola Romana dei Fumetti disegnano per il pubblico",
Una selezione dei migliori allievi che disegnerà i generi e i personaggi del fumetto italiano.
 Lo spettacolo si svolgerà nello spazio ristorazione.









24 luglio – TEATRO DELLA CITTA’ presenta
“La Camilleriana”
di Andrea Camilleri e Giuseppe Di Pasquale
Regia: Giuseppe Di Pasquale
Musiche: Germano Mazzocchetti
Con in ordine alfabetico: Valeria Contadino, Mimmo Mignemi, Gian Paolo Poddighe, Loredana Solfizi.
Un viaggio nella “Vigata” di Andrea Camilleri dalla porta del tempo:  Da Un Filo di fumo a la Stagione della caccia; dalla Concessione del telefono allaMossa del cavallo, al Re di Gigenti, alle Inchieste del Commissario Collura, dal Birraio di Preston, al Casellante.

25 luglio ALT ACADEMY presenta
“L’uomo, la bestia e la virtù”
di Luigi Pirandello
regiaLuca Ferrini
con: Sveva Tedeschi, Luca Ferrini, Maria Vittoria Argenti, Giorgia Massetti, Simone Destrero, Alessandra Ferro, Guglielmo Lello, Federico Bizzarri, Niccolò D’Ottavio
Spettacolo in omaggio ai 150 anni dalla nascita del premio nobel alla letteratura.

26 luglio – ASS. CULT. CENTRARTE MEDITERRANEA e TEATRO 91 presentano
Le Toghe in Giallo in 
“Il bandito Giuliano; Portella della Ginestra, una strage di Stato”
Conduzione e regia: Luigi Di Majo
Con: Antonio Buttazzo, Pino Nazio, Luciano Faraone ,Ferdinando Abbate, Giulio Eccher, Elisabetta Magrini,Valerio Giordano
Le canzoni sono interpretate da Beatrice Palme
In scena un processo spettacolo interpretato da giudici e avvocati veri.         
   
27 luglio NUTRIMENTI TERRESTRI presenta
“Vincent Van Gogh - le lettere a Theo”
rielaborate da Blas Roca Rey
ai flauti il maestro Luciano Tristaino
Un mondo fantastico, tenero e disperato affiora dalle tante lettere che Vincent scrisse all'adorato fratello Theo, gallerista, che si occupo' di lui tutta la vita.

31 luglio - DRAGQUEENMANIA presenta
"Tutte mie"
cantante e interprete: Giovanni Amodeo
e con la Karl du Pignè
Lo spettacolo/concerto è un tributo musicale a sette grandi interpreti: Aretha Franklin, Barbra Streisand, Mia Martini, Ornella Vanoni e Patty Pravo.



1 agosto - VERSO ARGO PRODUZIONpresenta
“Medea”
di Antonio Tarantino,
regia: Manuel Giliberti
scene e costumi: Rosa Lorusso
musiche: Antonio Di Pofi
con : Cristina Borgogni e Annalisa Insardà.
Giustapponendo due donne, la carceriera e la carcerata, lo spettacolo si svolge attraverso un rimbalzo di parole e di luci tra due ambienti e identità non dialoganti.

2 agosto – TEATRO VERDE presenta
“Pino Strabioli racconta Sergio Tofano”;
di e con Pino Strabioli
e con Andrea Calabretta - burattini, oggetti, ombre
Dario Benedetti - chitarra
Omaggio al grande Sergio Tofano, ripercorrendo alcune delle sue storie più note. Una narrazione ironica e scanzonata, grottesca e divertita di una figura centrale nella storia del nostro spettacolo.

3 agosto - COMPAGNIA 2 B presenta
“Le rovine di Adriano”
Lettura scenica: Urbano Barberini
Accompagnamento musicale: Danilo Rea
testo di Nello Trocchia
Spettacolo/denuncia in forma di lettura interpretata sul tema dei rifiuti in una storia di potere e malaffare.  
 4 agosto Festival  della Comicità
 Roma fà la stupida stasera ”
Gli Artisti finalisti si sfideranno a colpi di risate con le loro esibizioni di Cabaret,  Teatro comico, Satira,  Magia comica, Imitazioni, Video. Il vincitore della Finale del Festival  “Roma  fà la stupida stasera” si aggiudicherà il premio assegnato dal pubblico e dalla Giuria del Festival composta da volti noti dello Spettacolo

7 agosto CECILIA D’AMICO con la collaborazione di OFFROME presenta
 “Underwood”
di e con Cecilia D’Amico
scenografia: Laura Giusti
spettacolo brillante con una straordinaria attrice. Un vero e proprio ‘one-woman show’, una commedia multi-linguistica che unisce i canonici linguaggi teatrali ai linguaggi del varietà e dell’avanspettacolo.






8 agosto  ASS. CULT. FOXTROT GOLF presenta
Coro di donna e uomo”
di Gianni Guardigli
regia: Francesco Branchetti
conBarbara De Rossi e Francesco Branchetti
Un giro del mondo, un’immersione nelle epoche e nei luoghi che costituiscono le fondamenta della nostra realtà di oggi.

9 agosto - ASSOCIAZIONE BALLETTO “CITTA’ DI ROVIGO” in collaborazione con il COMUNE DI ROVIGO – TEATRO SOCIALE, con il contributo del MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI – ARCODANZA REGIONE DEL VENETO presenta
 “A cuore aperto”
regia: Alessio Pizzech
con la voce recitante di Elena Croce
accompagnamento musicale dal vivo eseguito dai Giovani Archi Veneti 
e con: Vito Alfarano, Martin Angiuli, Melania Chionna, Federica Iacuzzi, Marco Mantovani, Malwina Stepie.
Una pagina dopo l’altra, un poema dopo l’altro, danza e poesia diventano racconti speculari e autonomi, ciascuno dotato di una propria fisicità, mirata al coinvolgimento emozionale del pubblico.

10 agosto - COMPAGNIA VERONICA CRUCIANI - TEATRO DONIZETTI - CRANPI SPETTACOLI presentano
 Accabadora
dal romanzo di Michela Murgia edito da Einaudi
drammaturgiaCarlotta Corradi
regia: Veronica Cruciani
con Monica Piseddu
scene e costumi: Barbara Bessi
disegno luci: Gianni Staropoli
I due grandi temi che oggi chiameremmo dell’eutanasia e della maternità surrogata, nel testo teatrale come nel romanzo, creano un ambito di riflessione ma non sono mai centrali quanto l’amore e la crescita.

22 agosto - LA COMPAGNIA DEI MASNADIERI presenta
“DallaEltonZero”
con Jacopo Bezzi 
In un singolare quanto divertito one-man-show, Jacopo Bezzi rende omaggio a tre interpreti e figure iconiche del panorama musicale italiano ed internazionale.







23 agosto - TAVOLE DA PALCOSCENICO presenta
“Per Giulia”
scritto da Dacia Maraini 
Regia: Iolanda Salvato                                          
interpretato da Sara Pallini                            
musiche originali a cura di Federica Clementi        
musiche dal vivo Nicola Scagliozzi                       
Tratto da una storia vera. La vita oltre la morte di una giovane studentessa dell' Aquila... il 6 Aprile del 2009.

24 agosto - La CONVENTICOLA degli ULTRAMODERNI presenta
Varietà Ultramoderno”
con: Sior Mirkaccio Dettori, Madame De Freitas ,H.E.RAdèl TirantGuido Giacomini, Alberto BottaGiuditta Sin
Un carosello di suggestioni e sofisticatezze musicali, baracconate d'antan e numeri sensazionali, il Varietà classico diventa ULTRAMODERNO!

25 agosto Il Duo RaRo gli "SfigArtisti" presenta :
FA CURRICULUM (Stiamo lavorando per noi)

Di e con Antonio Randazzo e Antonio Roma

Una serie di sketch e tanti momenti musicali racconteranno le tragicomiche vicissitudini di due ragazzi emigrati dal sud Italia alla ricerca del successo artistico

28 agosto : TEATRO MOBILE presenta
 “Lo stupro di Lucrezia”
traduzione di Gilberto Sacerdoti
adattamento di Daniela Guardamagna
regia: Marcello Cava
con Galatea Ranzi
Lettura scenica del poema di William Shakespeare

29 agosto: GDO DANCE COMPANY presenta
 “Bellissima, omaggio ad Anna Magnani”
Sceneggiatura e regia: Simona Lacapruccia
Coregrafie: Daniele Toti
Attori: Simona Lacapruccia
Danzatori: Silvia Pinna, Daniele Toti
 Anna Magnani rivive in questo modo tramite le parole, la musica e la danza, in un connubio fortunato che permette allo spettatore di cogliere ogni particolare della figura di questa grande Donna e attrice e permette di avvicinare soprattutto le nuove generazioni a un periodo culturale e artistico passato, difficile ma pieno di opere e di figure di grandissimo valore come quella di Anna Magnani.



30 agosto - ALT ACADEMY presenta
“Carne nuova”
da Nina Cassian, Patrizia Valduga e Wislawa Szymborska
di e con Anna Ammirati
 Sul palco Anna Ammirati è affiancata dal musicista Ta Dah e dalla violoncellista Olivia Baldi.
Un viaggio nell’anima delle donne dove l’istinto e la ragione si compenetrano e creano " carne nuova”. Uno spettacolo musicale attraverso le fasi della vita, un’esperienza dei sensi in cui i versi della grande poesia contemporanea si uniscono alla potenza della musica elettronica.

31 agosto - DRAGQUEENMANIA presenta 
Gran varietà, prove generali in salsa drag”
scritto e diretto da la Karl du Pignè.
con La Karl Du Pigné  e le sue drag queens.
Nel delirio della preparazione di uno spettacolo, fra backstage improponibili e una prova generale, drag e faux queen si mettono in gioco e, con colpi di scena, sorprese inaspettate, siparietti esilaranti, montano uno spettacolo che (forse) non verrà mai messo in scena.

1 settembre - ESPERIMENTI GDO DANCE COMPANY presenta
“Attacchi di pane”
Con le coreografie e i costumi di Federica Galimberti.
con: Filippo Braco, Francesco di Luzio, Eleonora Lippi, Silvia Pinna, Martina Ragni, Daniele Toti.
Uno spettacolo che porta in scena ironicamente un tema antico, ma assai attuale: l'uomo in società.

2 settembre -
“Greg e The Frigidaires”
spettacolo concerto con la straordinaria comicità di Greg e i suoi musicisti.

settembre - LA COMPAGNIA DIRITTO & ROVESCIO presenta 
"Avrei preferenza di no. Lo scrivano Bartleby" di Melville
Regia: Teresa Pedroni
musica dal vivo a cura di Alessandro Di Carlo e Dario Miranda.
con Roberto Herlitzka
Nel percorso recitativo Roberto Herlitzka, accompagnato dai suoni della tastiera elettronica  dal vivo, evocherà l’atmosfera perturbante  che si  respira nelle pagine del racconto.

4 settembre - ASHIRA ENSEMBLE presenta
“Di esuli e viandanti”
con Evelina Meghnagi:
con l’accompagnamento di
Domenico Ascione alla chitarra
Arnaldo Vacca alle percussioni
Marco Camboni al basso e contrabbasso.
Il racconto piccolo e autobiografico di una ‘fuga’ finita bene… Da una Libia dove non c’è più posto per la piccola e antichissima comunità ebraica, all’arrivo a Roma, dove inizia una nuova vita.

5 settembre - TEATRO DELLA CITTA’ presenta
“La vera storia di Grimilde e Biancaneve”
di Giuseppe Di Pasquale
Regia: Giuseppe Di Pasquale
con Marianella Bargilli e Valeria Contadino
In questa favola nuova a due voci è svelato il mistero celato per secoli nella voce consolatoria della favola che abbiamo sentito narrare e narrare e narrare. 

6 settembre - ASS. CULT. NOVRE presenta
 “Lettere di Oppio”
scritto da Antonio Pisu
Regia: Federico Tolardo
con Tiziana Foschi e Antonio Pisu
costumi: Gisa Rinaldi
In un gioco continuo tra sogno e realtà i pensieri dei due protagonisti si scontrano, si intrecciano, si sfidano, instaurando un rapporto intimo, divertente, ironico, ma soprattutto profondo.

7 settembre – TEATRO OFFROME presenta:
“Dio è una signora di mezza età”
di e con Emanuela Grimalda
Una conferenza semiseria ma molto divertente in cui l’attrice, anche autrice dello spettacolo, si inventa un Dio donna.

8 settembre - ALT ACADEMY presenta
“Il berretto a sonagli”
di Luigi Pirandello
Regia di Luca Ferrini
con: Massimo Lello, Monica Belardinelli, Aurora Cancian, Alessandra Ferro, Luca Ferrini, Guglielmo Lello, Milena Migliore.